Riccardo Nunzio Barbagallo

Ricercatore di Scienze e tecnologie alimentari [AGR/15]
Ufficio: Via Santa Sofia, 100 - Corpo A, Piano II
Email: rbarbaga@unict.it
Telefono: 0957580213
Mobile: 3386570591
Orario di ricevimento: Lunedì dalle 09:30 alle 11:30 . I restanti giorni previo appuntamento (per email o mobile)



visualizza le pubblicazioni
N.B. l'elevato numero di pubblicazioni può incidere sul tempo di caricamento della pagina
ANNO ACCADEMICO 2019/2020


ANNO ACCADEMICO 2018/2019


ANNO ACCADEMICO 2017/2018


ANNO ACCADEMICO 2016/2017


ANNO ACCADEMICO 2015/2016

A partire dal 1994 il dott. Barbagallo ha focalizzato l’attività di ricerca nell’ambito delle seguenti tematiche pertinenti al SSD AGR/15:

(a) Ricerche riguardanti processi tecnologici di trasformazione, caratterizzazione chimico-fisica ed enzimatica nonché valorizzazione di prodotti alimentari tipici siciliani (vini ottenuti in purezza da vitigni siciliani, "Pecorino Siciliano" DOP, carrube, "Pomodoro di Pachino" IGP, "Arancia Rossa di Sicilia" IGP, fichi d'India, pomodoro da industria e da serbo) e di alimenti con uno stretto legame con il territorio tipico Mediterraneo (melanzane, peperoni, alici, sardine).

(b) Ricerche riguardanti il controllo della qualità e della shelf-life degli alimenti mediante l’individuazione e lo screening di attività enzimatiche endogene (glicosidasi, pectinasi, ossidasi, ossidoreduttasi, proteasi) a vegetali freschi (arance, uva, olive, fico d’India, carruba, fragola, pomodoro, melanzana, peperone, carciofo e cardi, ortaggi a foglia larga) vegetali trasformati (vini, pomodori, confetture) e vegetali “minimally processed” (pomodoro, lattuga, lattughino, cavolo cinese), nonché attività enzimatiche endogene a prodotti di origine animale (prodotti ittici, latte e derivati) ed esogene di origine microbica (muffe, lieviti e batteri lattici).

(c) Ricerche riguardanti tipologie e strategie d'impiego di alcuni inibitori naturali a basso impatto ambientale nella prevenzione dei fenomeni di "browning" e "softening" di vegetali e prodotti ittici “minimally processed”.

(d) Ricerche sulla caratterizzazione, purificazione ed immobilizzazione di attività enzimatiche applicate ai processi alimentari.

(e) Ricerche relative all’uso di polimeri impiegati come adsorbenti per la rimozione di pesticidi da bevande e altri alimenti, la possibilità di estrazione di coloranti dalle bucce di melanzana, recupero di proteasi da carciofi e cardi da utilizzare come coagulanti naturali nel processo di caseificazione.

(f) Ricerche relative all’utilizzo di nuovi coadiuvanti tecnologici nella stabilizzazione dei vini.

L’attività di ricerca è supportata complessivamente da oltre n. 216 pubblicazioni scientifiche a stampa su riviste internazionali, riviste a diffusione nazionale, atti a congresso, ecc. Nell’ambito delle medesime, n. 62 pubblicazioni sono state censite da SCOPUS/WEB of Science e pubblicate su qualificate riviste internazionali con referees, elevato impact factor (F) e premiate da elevato h-index.