Carmelo Rapisarda

Professore ordinario di Entomologia generale e applicata [AGR/11]
Ufficio: Via Santa Sofia, 100
Email: rapicar@unict.it
Telefono: 095 7147365
Fax: 095 7147270
carmelo.rapisarda
Orario di ricevimento: Mercoledì dalle 09:30 alle 11:00



Nato nel 1958, si è laureato in Scienze Agrarie nel 1980 presso l’Università degli Studi di Catania e ha conseguito il titolo di Dottore di Ricerca in Entomologia agraria nel 1987 presso l’Università di Napoli Federico II. Nel 1984, con una borsa di studio del Consiglio Nazionale delle Ricerche, ha svolto studi sulla sistematica degli insetti presso il Department of Entomology (oggi parte del Department of Life Sciences) del Natural History Museum di Londra. Dal 1986 al 1990 è stato professore a contratto di “Zoologia generale agraria” presso l’Università Mediterranea di Reggio Calabria. Dal 1990 è in servizio di ruolo presso l’Università degli Studi di Catania: dal 1990 al 1992 quale ricercatore; dal 1992 al 2001 quale professore associato del raggruppamento G06A-“Entomologia agraria”; dal 2001 a oggi quale professore ordinario del raggruppamento AGR/11-“Entomologia generale e applicata”. Ha insegnato numerose discipline del settore entomologico in diversi corsi di laurea ed è stato componente del Collegio dei Docenti di vari dottorati di settore (presso le Università di Catania e di Napoli) nonché responsabile di master internazionali (tra cui il Master internazionale Agris Mundus in “Sustainable Development in Agriculture”, finanziato dalla Commissione Europea). Componente del direttivo (dal 2003 al 2006) e Presidente (dal 2006 al 2010) del consorzio universitario internazionale NATURA, oggi divenuto AGRINATURA. Dal 2005, componente dell'Accademia Nazionale Italiana di Entomologia. Dal 2006, coordinatore del Dottorato di Ricerca internazionale in “Tecnologie Fitosanitarie e Difesa degli Agro-ecosistemi”. Dal 2007 al 2013, coordinatore della sezione di Entomologia applicata del Dipartimento. Dal 2008 al 2012, componente del Comitato Scientifico dell’ Institute of Tropics and Subtropics (oggi Faculty of Tropical AgriSciences) della Czech University of Life Sciences di Praga (Repubblica Ceca). Dal 2008 al 2015, componente del direttivo della Sezione di Entomologia agraria della Società Entomologica Italiana. Dal 2012, convenor del Working Group “Integrated control in protected crops, Mediterranean climate”, nell’ambito dell’International Organization of Biological and Integrated Control (IOBC) - West Palaearctic Regional Section (WPRS).


visualizza le pubblicazioni
N.B. l'elevato numero di pubblicazioni può incidere sul tempo di caricamento della pagina
ANNO ACCADEMICO 2019/2020


ANNO ACCADEMICO 2018/2019


ANNO ACCADEMICO 2017/2018


ANNO ACCADEMICO 2016/2017


ANNO ACCADEMICO 2015/2016

Le ricerche di Carmelo Rapisarda riguardano vari aspetti sia di base che applicativi dell’Entomologia agraria e della Parassitologia animale dei vegetali. Ruolo preminente assumono gli studi sulla sistematica, tassonomia e bio-ecologia degli Emitteri Aleirodoidei e Psilloidei. Per il primo gruppo, gli Aleirodoidei, pur rivolgendo particolare attenzione all'analisi delle specie di preminente interesse applicato (soprattutto aleirodi degli agrumi e delle colture orticole), egli cura lo studio biologico e tassonomico delle specie che compongono la fauna italiana; ha segnalato numerose specie in precedenza non riportate per il territorio e descritto nuovi taxa. Limitatamente al gruppo degli Psilloidei, studia gli aspetti tassonomici e bio-ecologici di specie viventi su piante d'interesse agrario e silvicolturale, nonché su essenze spontanee della flora italiana. Tra i suoi contributi in tale settore, emergono le segnalazioni di specie di nuova introduzione nel territorio italiano e la descrizione di varie specie nuove. Particolare attenzione è rivolta allo studio delle Psille del Pero e della loro biocenosi antagonista. Altre ricerche riguardano diverse categorie di organismi animali (soprattutto nematodi e mammiferi roditori) dannosi in ecosistemi agrari e forestali, nonché l’applicazione di metodologie di controllo biologico e integrato delle loro infestazioni. Particolarmente intensa l'attività di ricerca sulle strategie razionali di controllo dei fitofagi di colture ortive protette. Da segnalare, infine, i suoi studi su fitofagi di essenze ornamentali coltivate in aree urbane e sulla biologia dei loro antagonisti naturali in rapporto alle peculiari condizioni ambientali, nonché, più recenti, quelli sulla resistenza degli insetti agli insetticidi. È autore di oltre 160 pubblicazioni.