Giovanni Mauromicale

Professore ordinario di Agronomia e coltivazioni erbacee [AGR/02]
Ufficio: Via Valdisavoia,5
Email: g.mauromicale@unict.it
Telefono: 095 4783464
Orario di ricevimento: Lunedì e giovedì dalle 11:00 alle 12:00



Aggiornato al 29/01/2020

Dal 1977, Ricercatore del CNR. Dal 1989 al 1998, Primo Ricercatore del CNR. Negli Anni Accademici 1986-87, 1987-88, 1988-89, professore a contratto di Ecologia vegetale agraria presso l’Università degli Studi di Reggio Calabria. Dal 1993 al 1996, professore a contratto di Ecologia agraria e Biologia, produzione e tecnologia delle sementi. Dal 1999 al 2002, Professore Associato di Agronomia Generale presso la Facoltà di Agraria dell’Università degli Studi di Catania. Dal 2002 ad oggi, Professore Ordinario di Agronomia e Coltivazioni Erbacee presso la suddetta Università.
Dal 2005 al 2010 è stato Vicedirettore del Dipartimento di Scienze Agronomiche, Agrochimiche e delle Produzioni Animali. Dal 1999 al 2012, è stato componente del collegio dei docenti del dottorato in “Produttività delle piante coltivate”. È componente del collegio dei docenti del dottorato internazionale in "Agricultural, food and environmental science". Dal 2011 al 2014 è stato componente della Giunta del Dipartimento di Scienze delle Produzioni Agrarie e Alimentari (DISPA). Dal 2014 è Responsabile della Sezione “Agronomia e Coltivazioni erbacee” del Dipartimento di Agricoltura, Alimentazione e Ambiente (Di3A) - Università degli Studi di Catania. Dal 2015 è Componente del Consiglio di Direzione del Dipartimento di Agricoltura, Alimentazione e Ambiente (Di3A) - Università degli Studi di Catania.
Ha instaurato, anche attraverso specifici stage all’estero, rapporti di collaborazione scientifica con Hebrew University of Jerusalem e Department of Plant Genetics and Breeding - Volcani Center of Bet Dagan - Israele, Station d’Amélioration des plantes maraichères di Montfavet-Avignon dell’I.N.R.A. - Francia, Università di Davis - California, USA, Universidade de Passo Fundo - Brasile e l’Universidad Tecnica Federico Santa Maria de Valparaiso - Cile.
È stato responsabile scientifico dell’Unità di Ricerca del Centro del CNR nell’ambito del progetto finalizzato “IPRA”, del Progetto scientifico “Agrotecnologie” del CNR, di Unità Operative nell’ambito del Progetto “Carciofo” del Mi.P.A.F., di varie convenzioni scientifiche con la SCAM, tra cui una relativa agli “Effetti di concimi organo-minerali sulla produzione del carciofo”, e dell’U.O. nell’ambito del progetto di ricerca PRIN 2005 “Ambiente, genotipo e tipicità in patata e carciofo: Profili qualitativi di patata e carciofo in ambiente tipico siciliano”, di un Programma Interregionale della Regione Sicilia per la ricerca “Miglioramento agronomico e qualitativo della cinaricoltura siciliana”, nonché di un Progetto della Regione Sicilia su “Modelli colturali e tecnologie innovative per il carciofo da industria - MOTICI”. È stato responsabile scientifico delle ricerche d’Ateneo dell’Università di Catania, e di Unità Operative nell'ambito dei Progetti “Miglioramento e valorizzazione dei tipi siciliani di carciofo” nell’ambito del progetto finalizzato “Valorizzazione del germoplasma di carciofo attraverso la costituzione varietale e il risanamento da virus (CAR-VARVI)”; nell’ambito del progetto “Costituzione e valutazione dell’adattabilità di genotipi di Cynara cardunculus per la produzione di biomassa e biodiesel in ambiente mediterraneo – CYNERGIA” del MIPAAF, oltre che nel progetto “Innovazioni bioagronomiche e fitopatologiche per il contenimento del virus della ‘Tristeza’ e per il rinnovamento dell’agrumicoltura siciliana”, finanziato dalla Regione Siciliana. Dal 2011 al 2013 è stato responsabile scientifico del progetto PRO.CA.SI. Misura 124. È responsabile scientifico della Ricerca Industriale del progetto PON "SHELF-LIFE": Innovazione tecnologica per migliorare la shelf-life di prodotti della filiera agroalimentare, finanziato dal MIUR. Ha presentato relazioni e comunicazioni scientifiche a numerosi convegni nazionali ed internazionali.
È socio dell’Accademia dei Georgofili, dell’Accademia Gioenia di Catania, della Società Italiana di Agronomia e dell’European Weed Research Society.
Componente del comitato scientifico del IV, VI, VIII e IX International Congress of Artichoke dell’ISHS. Editore del Global Journal of Plant Ecophysiology. Componente effettivo dell’Editorial Advisor Board Italian Journal of Agronomy e ISRN Agronomy. Referee di riviste internazionali: Seed Science and Technology, Physiologia Plantarum, Australian Journal of Agriculture Research, Acta Horticulturae, HortScience, Spanish Journal of Agricultural Research, Agriculturae Conspectus Scientificus, Weed Research, Agricultural and Food Chemistry, Scientia Horticulturae, American Journal of Plant Sciences, Journal of Pharmaceutical and Biomedical Analysis, Flora, Industrial Crops and Products, The Egyptian Journal of Agronomy, Annals of Botany, Acta Physiologiae Plantarum e  Photosynthetica.
È stato referente scientifico dell’Assessorato Agricoltura e Foreste della Regione Sicilia, nonché consulente della Universidade de Passo Fundo (Brasile) per il progetto “Biotecnologie e innovazioni sul carciofo” e della Fundación Chile (Cile) e dell’Universidad Tecnica Federico Santa Maria de Valparaiso (Cile). Valutatore di progetti di ricerca nazionali e internazionali. Revisore nell’ambito della VQR 2004-2010, GEV 07.
È autore di quasi 400 pubblicazioni, la maggioranza delle quali a carattere sperimentale, riguardanti problemi biofisiologici, genetici e agronomici di colture erbacee di particolare interesse per l’ambiente mediterraneo.

 


visualizza le pubblicazioni
N.B. l'elevato numero di pubblicazioni può incidere sul tempo di caricamento della pagina
ANNO ACCADEMICO 2019/2020


ANNO ACCADEMICO 2018/2019


ANNO ACCADEMICO 2017/2018


ANNO ACCADEMICO 2016/2017


ANNO ACCADEMICO 2015/2016

  • Ecofisiologia di alcune colture tipiche dell’ambiente mediterraneo in risposta a fattori ambientali, tecnici e biologici.
  • Interventi biologici e tecnici a sostegno della produttività delle colture in ambiente mediterraneo.
  • Analisi della variabilità genetica, mediante applicazione di marcatori molecolari in germoplasma di Cynara cardunculus L..
  • Tecniche e metodi innovativi per migliorare la propagazione in carciofo.
  • Analisi della risposta ecofisiologica di alcune colture tipiche dell’ambiente mediterraneo a fattori ambientali, tecnici e biologici.
  • Reperimento e caratterizzazione di germoplasma locale di leguminose autoriseminanti e di carciofo. Miglioramento genetico e valutazione bioagronomica e qualitativa di nuovi genotipi di carciofo e patata.
  • Possibili utilizzazioni alternative di Cynara spp. per produzioni di:
  1. Biomassa per usi energetici;
  2. “Granella” per estrazione di olio e proteine;
  3. Inulina e sostanze polifenoliche.Influenza di fattori biologici ed agronomici sulle caratteristiche di qualità del prodotto.
  4. Controllo delle piante infestanti e di Orobanche/Phelipanche spp. con mezzi chimici o ecocompatibili, quali la solarizzazione.
  • Aspetti agronomici e fisiologici della germinazione dei “semi” in rapporto a tecniche di trattamento del seme stesso.
  • Ruolo delle cover crop negli agroecosistemi
  • Modelli previsionali e fenologia in colture erbacee.
  • Strategie per migliorare l’efficienza della solarizzazione del terreno.
  • Utilizzazione dei meccanismi allelopatici per il controllo delle piante infestanti