Research

A variety of labs, cutting-edge tools and state-of-the-art facilities are available for academic staff, graduate and undergraduate students, such as Molecular Biology and Biotechnology, Mass Spectrometry, Micropropagation, Ecophysiology, Biochemistry, Microbiology, Food Technology and Sensory Evaluation.

The Department is deeply involved in the University of Catania agricultural experimental field station whose main focus is to promote sustainable and moder agriculture by conducting applied research, providing educational programs, and supporting local farmers and agri-food system companies in optimizing production processes, analyzing final products and providing consultancy for their commercial exploitation.

A variety of research and teaching activities are carried out at the University of Catania Agricultural Experiment Station (AES), located at the mouth of the Simeto river, about 20 kilometers from the Department campus. 
Its main aim is to promote sustainable and up-to-date agriculture by conducting applied research as well as providing cutting-edge education programmes. Furthermore, the AES supports local farmers and agri-food companies in optimizing production processes, evaluating final products and providing consultancy for their commercial exploitation.

The Department research staff is involved in several research funding programmes at the national and international level, in addition to actively collaborating with several sector-leading companies of the agri-food industry.


La missione del Di3A è di produrre ricerca scientifica di alta qualità e di elevato impatto sociale ed economico con particolare riferimento agli ambiti delle produzioni agricole e alimentari e della tutela dell'ambiente nel Bacino del Mediterraneo.

Le linee di ricerca sviluppate dal Dipartimento sono di seguito sintetizzate:

Agronomia e coltivazioni erbacee: influenza dei fattori naturali e agronomici sulla quantità e qualità della produzione di specie a destinazione alimentare, zootecnica e non alimentare; recupero e valorizzazione di germoplasma autoctono; risposta ecofisiologica delle piante a stress abiotici e agli interventi agronomici; valutazione del ciclo del carbonio in sistemi di fitodepurazione realizzati con piante erbacee perenni; definizione di modelli colturali convenzionali, integrati a basso input, biologici.

Arboricoltura generale e coltivazioni arboree: biologia, ecofisiologia, propagazione e caratterizzazione delle specie arboree e arbustive d'interesse agrario, alla conservazione e valorizzazione della biodiversità, alla progettazione e gestione sostenibile dei sistemi colturali volti alla produzione di frutta e biomassa o costituiti a fini ornamentali, paesaggistici e per la tutela dell'ambiente, elaborando norme e agrobiotecnologie per il loro governo.

Botanica Ambientale a Applicata: meccanismi tramite cui le piante spontanee e di interesse agrario crescono, si riproducono e interagiscono, nonché allo studio della diversità floristica delle comunità vegetali degli ambienti colturali in relazione alle alterazioni indotte dalle attività antropiche.

Chimica Agraria: fertilità del suolo; caratteristiche chimico-fisiche della sostanza organica del suolo e studi sulla sua interazione con gli inquinanti organici; indagini sulle caratteristiche chimiche di sostanze ad alto valore aggiunto estratte da biomasse di scarto di origine agro-alimentare; destino ambientale degli xenobiotici nel suolo e nelle acque; studi sulla composizione microbica del suolo e sulla loro risposta a perturbazioni biotiche e abiotiche.

Costruzioni e Territorio: costruzioni per l’agricoltura, la zootecnia, le colture protette, la conservazione e lavorazione dei prodotti agro-zootecnici, alimentari e forestali, l’acquacoltura, aspetti progettuali, funzionali, tecnico-costruttivi, impiantistici, energetici, ambientali, della sicurezza, dei biomateriali, relativi alle costruzioni rurali; analisi e modellazione dei sistemi biologici in rapporto alle costruzioni rurali; classificazione, recupero e valorizzazione del patrimonio edilizio rurale.

Economia Agraria: l’attività scientifica riguarda gli aspetti economici, politici, gestionali ed estimativi della produzione, trasformazione, distribuzione, mercato e consumo dei prodotti del settore primario, dell’economia agroalimentare e delle agro-biotecnologie, i loro rapporti con le altre componenti del sistema socioeconomico e ambientale, le problematiche dell’assistenza tecnica.

Estimo e Economia ambientale: valutazione del capitale naturale e dei servizi ecosistemici; il valore ricreativo dell’attività di caccia in Sicilia; l’analisi delle preferenze e della percezione del rischio nelle attività di arrampicata sportiva; il metodo ‘self-interval’ per l’espressione della disponibilità a pagare per l’uso ricreativo delle aree protette; l’analisi delle preferenze per la tutela e di ripristino delle spiagge siciliane interessate da fenomeni erosivi; I modelli Random Utility Maximization (RUM) e Random Regret Minimization (RRM).

Entomologia Generale e Applicata: zoogeografia, faunistica, sistematica e biologiadi Hemiptera Coccoidea, Aphidoidea, Psylloidea e Aleyrodoidea; analisi molecolare degli insetti a fini sistematici e dello studio delle interazioni vettori/pianta; controllo biologico e integrato di artropodi infestanti le industrie agroalimentari e gli agroecosistemi mediterranei; strategie di controllo integrato di fitofagi di colture di rilevante interesse economico con particolare riferimento all’impiego di sostanze di origine naturale. Biologia, ecologia, tossicologia ed ecotossicologia di insetticidi; Resistenza degli insetti agli insetticidi.

Genetica agraria: struttura, le funzioni, l'espressione e l'ereditarietà dei geni negli organismi procarioti ed eucarioti d'interesse agrario; delineare principi e mettere a punto strategie e metodologie di interventi genetici e biotecnologici volti a promuovere un esercizio agricolo corretto.

Geografia economico-politica: analisi quali-quantitativa di fenomeni di trasformazione territoriale (rigenerazione e gentrification, verde urbano e spazio pubblico, smart city e "diritto alla città" sostenibile); analisi critica di modelli e strategie di place branding in ambito urbano e rurale; analisi multi-metodo di politiche e pratiche del cibo alle diverse scale (food geography, urban food planning, nuovi foodscapes); analisi socio-economica e territoriale dei processi di innovazione in ambito urbano e rurale (cartografia digitale partecipativa, e-planning/e-democracy, milieux dell'innovazione).

Idraulica Agraria e Sistemazioni Idraulico Forestali: progettazione e gestione di sistemi estensivi naturali per il trattamento di acque reflue provenienti da insediamenti urbani e produttivi e da impianti agro-alimentari, applicazione di tecniche micro-meteorologiche e di bilancio energetico, erosione del suolo, irrigazione, gestione integrata delle risorse idriche, sistemazioni idraulico-forestali; modelli matematici e tecniche di monitoraggio dei processi idrologici nei sistemi agroforestali, tecniche di ingegneria naturalistica;tecniche di depurazione e riuso a scopo irriguo delle acque reflue.

Matematiche complementari: Analisi di situazioni problematiche nel campo dell'insegnamento/apprendimento della matematica a tutti i livelli di istruzione. Ricerca di buone pratiche di insegnamento/apprendimento della matematica, in modo particolare con uso di tecnologie. Valore sociale dell'educazione matematica.

Meccanica e meccanizzazione: interventi innovativi nella meccanizzazione delle fasi colturali di colture mediterranee quali agrumi, vite, olivo, nocciolo, fico d’India, frumento; l'influenza delle macchine e delle tecniche colturali su erosione e salvaguardia del suolo; la raccolta e il post-raccolta; l’ergonomia e la sicurezza sul posto di lavoro; gli aspetti legati all’automazione di macchine e processi e relativa sensoristica; lo sviluppo di sistemi meccatronici e robotici.

Microbiologia agroalimentare: studio delle caratteristiche probiotiche di ceppi per la messa a punto di alimenti innovativi e/o bevande funzionali; isolamento, identificazione e caratterizzazione di batteri lattici; selezione di ceppi di batteri lattici di interesse tecnologico; applicazione di metodi cultura-dipendenti e -indipendenti per lo studio delle dinamiche microbiche in matrici complesse; studio dell’antibiotico-resistenza all’interno del genere Enterococcus su matrici alimentari e ambientali; selezione ed impiego di ceppi di lievito per il biocontrollo di microrganismi patogeni.

Orticoltura e Floricoltura: caratterizzazione e salvaguardia della biodiversità; risposta bio-produttiva di specie da orto e da fiore in condizioni ambientali e tecniche, floro-ornamentali, e officinali a diverse condizioni ambientali e tecniche; vivaismo orticolo e floro-ornamentale; caratteristiche funzionali di piante da orto e floro-ornamentali; risposta a stress abiotici; innovazione di prodotto e di processo in orticoltura e floricoltura; coltivazioni in ambiente protetto; coltivazioni fuori suolo; verde urbano e relative funzioni; verde storico e/o tradizionale.

Patologia Vegetale: malattie delle piante e dei prodotti vegetali causate da agenti patogeni e fattori abiotici integrando le conoscenze acquisite per la messa a punto di mezzi diagnostici, strategie e tecniche di difesa sostenibili; diagnosi e studio di nuovi patogeni e nuovi binomi ospite-patogeno; epidemiologia; sviluppo di metodi molecolari di diagnosi; identificazione e studio di popolazioni di patogeni mediante caratteri morfologici, microbiologici e molecolari, valutazione di patogenicità e virulenza, resistenza ai fungicidi; analisi del rischio di introduzione di patogeni alieni/da quarantena e loro vettori.

Produzioni animali: zootecnica generale, analisi e tutela delle risorse genetiche animali, biotecnologie applicate al miglioramento genetico e alla caratterizzazione molecolare della biodiversità delle specie di interesse zootecnico anche con approccio proteomico, analisi mediante marcatori molecolari; metodologie e biotecnologie applicate all'alimentazione animale, nutrizione e alimentazione animale. Effetti delle interazioni tra polimorfismi ai loci proteici e lipogenici e alimentazione, su prestazioni produttive e qualità del latte bovino e caprino.

Tecnologie Alimentari: studio della composizione chimico-fisica ed enzimatica di materie prime/semilavorati/prodotti finiti alimentari;  acquisizione di conoscenze e competenze di modellazione matematica per il controllo, ottimizzazione e dimensionamento delle operazioni unitarie convenzionali ed innovative nelle industrie alimentari; studio dei processi di trasformazione industriale nell'ambito delle principali filiere d’interesse mediterraneo e in rapporto ai principali risvolti di natura “salutistica”, con particolare riferimento ai processi nelle filiere di origine vegetale e alle filiere di origine animale. 

Last updated: 
06/05/2020 - 19:45