Riccardo Nunzio Barbagallo

Ricercatore di Scienze e tecnologie alimentari [AGR/15]
Ufficio: Via Santa Sofia, 100 - 2° piano
Email: rbarbaga@unict.it
Telefono: 095 7580213
Mobile: 3386570591
Fax: 0957141960
Orario di ricevimento: Tutti i giorni previo appuntamento (mail o mobile)


Istruzione, Formazione, Esperienza Lavorativa

Professore aggregato dell’Università di Catania, idoneo all’Abilitazione Nazionale per professore di II fascia del settore concorsuale 07/F1 "Scienze e Tecnologie Alimentari" (Bando 2012 – DD n. 22 del 2012). Laureato in Scienze Agrarie presso l’Università di Catania nel 1992, votazione 110/110 e lode. Contrattista Progetto Finalizzato RAISA-CNR dal titolo “Struttura e competitività dei principali comparti produttivi nell'agro-industria nel Mezzogiorno: agrumi e derivati” nel 1993. Borsista CNR per ricerche concernenti “Innovazioni di prodotti e di ingredienti semilavorati”, nel 1994. Dal 1996 ricercatore per il raggruppamento disciplinare AGR/15 presso il medesimo Ateneo. Responsabile scientifico di numerosi Programmi di Ricerca di Ateneo (PRA 2001/2012), componente dei Programmi di Finanziamenti Ricerca di Ateneo (FIR 2014), componente di Progetti di Ricerca Nazionali e Regionali (PRIN Bando 2004 “Innovazioni biologiche e tecniche per i prodotti orticoli della IV gamma” - Protocollo 2004073571_008; PRIN Bando 2011 “Valorizzazione di sottoprodotti dell'industria agrumaria mediante estrazione di sostanze bioattive” - Protocollo 2009XZ7XAB_001; PRIN Bando 2015 “Biopesticides for sustainable insect pest control” – Codice 2015BABFCF; PON Bando 2007-2013 “PESCATEC - Sviluppo di una Pesca Siciliana Sostenibile e Competitiva Attraverso l'Innovazione Tecnologica” – Protocollo 02_00451_3362121; Progetto CNR Made in Italy 2013-2013 “Studio delle attività biochimiche responsabili del mantenimento della struttura e della colorazione del frutto e delle proprietà antiossidanti in ecotipi di pomodoro da serbo, attraverso l’analisi del profilo enzimatico”); componente esterno nei progetti, MiPAF “RAVAGRU 2008” e PON 2017-2013 “Shelf Life - Utilizzo integrato di approcci tecnologici innovativi per migliorare la shelf-life e preservare le proprietà nutrizionali di prodotti agroalimentari” – Codice Fondo PON 02_00451_3361909. Dal 2004 svolge ampia attività valutativa (referee di proposte progettuali a livello nazionale e per riviste scientifiche censite SCOPUS/WEB of Science) e di networking: (a) Referee in maniera continuativa dal 2004 di prestigiose riviste indicizzate da SCOPUS e ISI (Biotechnology Progress, Carbohydrate Polymers, Enzyme and Microbial Technology, Food Chemistry, Food Packaging and Shelf Life, Food Research International, International Journal of Food Science & Technology, Italian Journal of Food Science, Journal Agriculture and Food Chemistry, Journal of Food Engineering, Nutritional Journal, LWT - Food Science and Technology, Phytochemistry). (b) Referee nel 2012 dei lavori presentati al 3rd International Conference on Industrial Biotechnology (IBIC2012). (c) Membro dell’Albo degli Esperti – Settore ATECO2007 del comparto produttivo: 10 (Industrie Alimentari) - Decreto Direttoriale N.79/Ric. del 1.04.2010 - Sistema Informatico Ricerca Italia Online (SIRIO) - Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (MIUR). (d) Membro dell’Albo degli Esperti esperti per l’attività di valutazione ex ante e il monitoraggio tecnico-scientifico in itinere e finale di progetti di ricerca, innovazione e trasferimento tecnologico nell’ambito delle Linee di attività inerenti Ricerca e Innovazione del POR FESR Sardegna 2007-2013 e in particolare la Linea di Attività 6.1.1.a) “promozione e sostegno all’attività di RSI dei poli di innovazione e dei progetti strategici”. (e) Membro della Long List di figure professionali per l’attuazione della Misura 111 Azione 2 – Informazione del PSR Regione Sicilia 2007/2013, nell'ambito della tematica n. 11 "Sistema Agroalimentare". (f) Valutatore in qualità di componente universitario nel 2013 della Giuria del Premio Nazionale "L'Italia delle Tipicità. Enogastronomia e Cultura", a cura dell'Associazione Italiana del Libro con sede a Roma, nell'ambito dei premi nazionali di divulgazione scientifica. (g) Componente del tavolo tecnico “L’Ora del Mare” per ricerca e divulgazione scientifica nell’ambito del terzo settore istituito dall’Università di Catania. (h) Valutatore nominato dal MIUR nel 2012 delle proposte PRIN 2010-2011. (i) Revisore-Referee delle proposte "PRIN 2010-2011”, dei "Progetti Futuro in Ricerca 2013”, dei prodotti di ricerca conferiti alla VQR (Valutazione della Qualità della Ricerca) 2004-2010; Revisore-Referee delle proposte progettuali “SIR 2014”, nell’ambito dell’attività di valutatore dei programmi di ricerca e dei prodotti della ricerca a cura dell’ANVUR, sotto la vigilanza del MIUR; Revisore-Referee delle proposte progettuali “FAR 2018”, nell’ambito dell’attività di valutatore dei programmi di ricerca e dei prodotti della ricerca a cura dell’ANVUR, sotto la vigilanza del MIUR; Revisore-Referee delle proposte progettuali "Piani di Innovazione 2018 - Regione Emilia-Romagna” a cura del CINECA. (l) Componente dall’A.A. 1997-1998 di Commissioni in Ateneo riguardanti, biblioteca, tirocinio, giunta dipartimentale, qualità della ricerca (GG AQR), Nucleo Gestione AQ per la redazione SUA, ecc.

 

Attività Didattica

A partire dall'A.A. 1997-1998 ha tenuto n. 49 incarichi ufficiali d'insegnamento nell'ambito dei corsi di laurea quinquennale, triennali, specialistica e magistrale, attivati presso l'Ateneo di Catania, riguardanti discipline ricomprese nel SSD AGR/15 (n. 38 insegnamenti impartiti - Industrie Agrarie, Tecnologie Alimentari, Complementi di Tecnologia Alimentare, Processi della Tecnologia Alimentare, Processi di Trasformazione degli Alimenti, Tecnologia dei Prodotti Agrumari, Biotecnologie Alimentari) e del SSD AGR/16 (n. 11 insegnamenti impartiti - Microbiologia degli Alimenti, Microbiologia Agraria, Microbiologia del Suolo). A partire dall'A.A. 1995-1996, collaborava già all'attività integrativa per i corsi di Tecnologie Alimentari II, Chimica e Tecnologia del Latte, nell'ambito del CdL in Scienze e Tecnologie Alimentari dell'Università di Catania. A questa attività didattica principale si aggiunge quella in ambito SISSIS (2005-2006; 2006-2007; 2008-2009), TFA (2012-2013; 2014-2015), CFDA (1996-1997; 1997-1998), IFTS (2007-2008), ecc. (b) Relatore a partire dall’A.A. 1999-2000 di n. 54 tesi di laurea nei corsi di “Scienze e Tecnologie Alimentari”, “Scienze e Tecnologie Agrarie”, “Gestione dell’Impresa Agroalimentare” e di tesi di dottorato, nonché tutor di oltre n. 110 tirocini formativi pre e post-laurea per gli stessi corsi di studio. (c) Referente per l’Università di Catania di “Inter-instutional Agreement Erasmus Placement” per gli A.A. 2013-2014 e 2014-2016 - Foreign Coordinator: prof. Francisco Artés Calero, Catedrático de Universidad. Dpto. Ingeniería de Alimentos - Responsable del Grupo Postrecolección y Refrigeración - Director del Instituto de Biotecnología Vegetal - Universidad Politécnica de Cartagena (Spain) a carattere didattico e scientifico. (d) Relatore di lezioni nell’ambito del Master in “Técnicas Avanzadas en Investigación y Desarrollo Agrario y Alimentario” (Spain), membro di Commissioni per TFA, ammissione al CdS magistrale in “Scienze e Tecnologie Alimentari” (LM-70), per l’ammissione delle matricole ai CdS triennali, per l’attribuzione di borse di studio, incarichi d’insegnamento per contratto, ecc. (e) Componente di diversi Collegi di Dottorato di Ricerca e, a partire dal 2013, componente selezionato in base all’attività scientifica prodotta del Collegio di Dottorato "Agricultural, Food and Environmental Science" (DOT1308937) presso l'Ateneo di Catania. (f) Componente della Commissione del Doctorado Europeo in Postrecolección y Refrigeración su invito nel 2015 del responsabile prof. Francisco Artés Calero, catedrático de Universidad. Dpto. Ingeniería de Alimentos - Instituto de Biotecnología Vegetal - Universidad Politécnica de Cartagena - Pº Alfonso XIII, 48. E-30203 Cartagena (Murcia) Spain, con particolare riferimento alla tesi della Dr. Natalia Falagán Sama sul tema “Effects of deficit irrigation management on stone fruit quality and postharvest behaviour” (Influencia del riego deficitario de fruta de hueso en la calidad postcosecha del producto entero y mínimamente procesado en fresco) e nell’ambito del progetto nazionale del Ministry of Economy and Competitiveness of Spain (Codice AGL2010-19201-C04-02-AGR). (g) Componente del tavolo tecnico per l’istituzione del Master in “Viticoltura, Enologia ed Enomarketing” attivato presso l’Università di Catania.


visualizza le pubblicazioni
N.B. l'elevato numero di pubblicazioni può incidere sul tempo di caricamento della pagina
ANNO ACCADEMICO 2018/2019


ANNO ACCADEMICO 2017/2018


ANNO ACCADEMICO 2016/2017


ANNO ACCADEMICO 2015/2016

A partire dal 1994 il dott. Barbagallo ha focalizzato l’attività di ricerca nell’ambito delle seguenti tematiche pertinenti al SSD AGR/15:

(a) Ricerche riguardanti processi tecnologici di trasformazione, caratterizzazione chimico-fisica ed enzimatica nonché valorizzazione di prodotti alimentari tipici siciliani (vini ottenuti in purezza da vitigni siciliani, "Pecorino Siciliano" DOP, carrube, "Pomodoro di Pachino" IGP, "Arancia Rossa di Sicilia" IGP, fichi d'India, pomodoro da industria e da serbo) e di alimenti con uno stretto legame con il territorio tipico Mediterraneo (melanzane, peperoni, alici, sardine).

(b) Ricerche riguardanti il controllo della qualità e della shelf-life degli alimenti mediante l’individuazione e lo screening di attività enzimatiche endogene (glicosidasi, pectinasi, ossidasi, ossidoreduttasi, proteasi) a vegetali freschi (arance, uva, olive, fico d’India, carruba, fragola, pomodoro, melanzana, peperone, carciofo e cardi, ortaggi a foglia larga) vegetali trasformati (vini, pomodori, confetture) e vegetali “minimally processed” (pomodoro, lattuga, lattughino, cavolo cinese), nonché attività enzimatiche endogene a prodotti di origine animale (prodotti ittici, latte e derivati) ed esogene di origine microbica (muffe, lieviti e batteri lattici).

(c) Ricerche riguardanti tipologie e strategie d'impiego di alcuni inibitori naturali a basso impatto ambientale nella prevenzione dei fenomeni di "browning" e "softening" di vegetali e prodotti ittici “minimally processed”.

(d) Ricerche sulla caratterizzazione, purificazione ed immobilizzazione di attività enzimatiche applicate ai processi alimentari.

(e) Ricerche relative all’uso di polimeri impiegati come adsorbenti per la rimozione di pesticidi da bevande e altri alimenti, la possibilità di estrazione di coloranti dalle bucce di melanzana, recupero di proteasi da carciofi e cardi da utilizzare come coagulanti naturali nel processo di caseificazione.

(f) Ricerche relative all’utilizzo di nuovi coadiuvanti tecnologici nella stabilizzazione dei vini.

L’attività di ricerca è supportata complessivamente da oltre n. 230 pubblicazioni scientifiche a stampa su riviste internazionali, riviste a diffusione nazionale, atti a congresso, ecc. Nell’ambito delle medesime, n. 62 pubblicazioni sono state censite da SCOPUS/WEB of Science e pubblicate su qualificate riviste internazionali con referees, elevato impact factor (F) e premiate da elevato h-index.